Fast Test DEANEASY Tube+ e Cerchi Fir Hiperlite Enduro

 
Durante il Milies Bike Days che si è svolto poche settimane fa nell’omonima frazione di Segusino sulle prealpi venete, il distributore Gist ha messo a disposizione per chi volesse testarli due nuovi prodotti che hanno incuriosito l’attenzione di molti.
 
deaneasy_mbd_2016-2
 
Stiamo parlando infatti del sistema a doppia camera Deaneasy Tube+ e delle ruote FIR (Fabbrica Italiana Ruote) Hiperlight Enduro.
 
Deaneasy è un sistema che abbiamo visto molto da vicino anche due anni fa al Bike Festival di Riva del Garda www.mtbtech.it/test-news-deaneasy-alutech-la-prova/ ma da allora si è evoluto risolvendo alcuni problemi di compatibilità, infatti ora è possibile montarlo anche su cerchi fino a 30mm di canale interno, e migliorando la propria funzionalità grazie ad un nuovo tubolare Tufo e ad alcune modifiche riguardanti la valvola e la guida che la tiene in sede.
 
cosmobike_2016_deaneasy-2
 
Grosse novità anche dal produttore veneto FIR, la collaborazione con i tecnici Deaneasy ha portato alla creazione di cerchi “Deaneasy ready” che prevedono quindi un canale dedicato ed il foro per la valvola pre-sagomato, il tutto per agevolarne l’installazione.

Tra questi troviamo anche le nuove ruote da enduro Hiperlight 27.5, versione in alluminio che affianca il top di gamma in carbonio, cerchio hookless con canale interno da 30mm, raggi piatti e mozzi con cuscinetti sigillati, per un peso totale di circa 1800g.
 
deaneasy_mbd_2016-4
 
Non poteva esserci terreno migliore per un Fast Test: il monte Doc, 1000m di dislivello e 4 linee in discesa con vari livelli di difficoltà e varie tipologie di fondo, il tutto sviluppato all’interno dell’Eco Bike Park sviluppato dal Team CMC e inaugurato a inizio anno.
 

La prova: Deaneasy Tube+ e Fir Hiperlight Enduro

 
Allo stand GIST mi hanno fatto un rapido cambio ruote e la mia GT Force (qui il test: www.mtbtech.it/test/test-recensione-gt-force-x-carbon-pro) si è trovata ad indossare i componenti citati poco fa con copertoni Maxxis High Roller II al posteriore e Minion DHF all’anteriore, entrambi da 2.30 di larghezza, un accoppiata vincente in termini prestazionali.
 
deaneasy_mbd_2016
 
Inizialmente il sistema Deaneasy è stato gonfiato a 8-10bar per quanto riguarda il tubolare Tufo interno mentre le gomme a circa 1.3 all’anteriore e 1.5 al posteriore, quindi con molto margine di abbassamento.

In salita la minor pressione agevola nei tratti più dissestati, come ad esempio la strada forestale che ho dovuto percorrere per arrivare alla cima del monte Doc che presenta molti sassi mossi, ma anche nei tratti di sentiero con radici.
 
deaneasy_mbd_2016-3
 
Ma il bello arriva senza dubbio in discesa, ed è anche il frangente in cui si mette più alla prova questa sinergia di tecniche che deve andare di pari passo.
Le discese di Milies sono famose per avere il fondo molto mosso, pietre di varie dimensioni si alternano a tratti di ghiaia e radici, per questo motivo è indispensabile un buon supporto da gomme e cerchi.
 
deaneasy_mbd_2016-7
 
Dopo alcune centinaia di metri ho preferito abbassare la pressione della ruota anteriore portandola a circa 1.1bar in quanto notavo che non riuscivo a sfruttare appieno il sistema Deaneasy…ed era un peccato…

Il fondo mi ha permesso di trarne vantaggio da questa scelta, ritrovandomi poi una gomma molto più morbida e quindi con maggior aderenza.
 
deaneasy_mbd_2016-6
 
Nell’ultima discesa ho voluto esagerare portando al limite tutto il sistema, in che modo? Semplice, ho abbassato ulteriormente la pressione di entrambe le gomme. 0.8/0.9 all’anteriore e 1 al posteriore, correreste mai con questa pressione?
 
In situazioni normali NO, neanche io, ma se il terreno presenta radici umide e pietre mosse potrebbe essere la mossa vincente.
 
Grazie al nuovo tubolare utilizzato da Deaneasy ideale per cerchi con canale da 24 a 30mm non ho rischiato di stallonare le gomme in quanto gonfiato a 8-10bar e nemmeno di pizzicarle, sempre il tubolare ha preservato le spalle dei cerchi dai colpi più critici, formando una sorta di cuscino d’aria.
 
I FIR Hiperlight Enduro si sono dimostrati senza dubbio molto scorrevoli e leggeri, i cambi di direzione sono risultati facili e precisi per tutto il raggio della curva. Il canale da 30 aiuta ad avere una guida più precisa mantenendo le spalle della gomma più verticali, dote favorita anche dalla raggiatura correttamente tensionata.
Utilizzando il sistema Deaneasy a pressioni molto basse la gomma diventa leggermente più pigra nelle curve in appoggio facendo rilevare qualche flessione, ma è normale, il vantaggio lo si nota in tutti gli altri frangenti e nelle condizioni più difficili.
 
deaneasy_mbd_2016-5
 
Ora non vedo l’ora di condurre un test approfondito per rispondere ad altre domande che mi sono rimaste riguardo il sistema Deaneasy:

  • è possibile trarne vantaggio anche in situazioni con terreno più agevole?
  • di che manutenzione necessita nel tempo?

e alle ruote FIR

  • la raggiatura rimarrà omogeneamente tensionata del tempo?
  • i cerchi daranno segni di cedimento strutturale?

voi che ne pensate?

 
Link ruote FIR: www.fir-ruote.it/prodotti/fir-ruote/mtb/hyperlite-tubeless
Link Deaneasy: www.deaneasy.it

Testo e foto di Matteo Pedrech

Seguici, metti MI PIACE alla pagina Facebook MTBTECH.IT –> facebook.com/mtbtech.it
 

Matteo Pedrech