Stiamo andando verso fine stagione, le giornate si accorciano, la temperatura non è più estiva e anche le prime piogge fanno capolino.
Chi come noi corre in mountain bike dodici mesi all’anno, la fine dell’estate è anche sinonimo di fango, di temporali improvvisi, e per quanto emozionanti possano essere queste condizioni, una volta a casa, bisogna ripulire la bici e ripristinarla al meglio per l’uscita successiva.

Con questa semplicissima guida vediamo di fare chiarezza su come poter lavare la propria bici utilizzando l’idropulitrice, uno strumento che, se utilizzato nel modo sbagliato, potrebbe danneggiare cuscinetti e guarnizioni parapolvere. Al contrario, con i dovuti accorgimenti, si rivela un vero e proprio alleato per ogni ciclista!

perché con l’idropulitrice?

Numerosi sono i vantaggi di utilizzare tale strumento, capiamo innanzitutto come funziona: un motore elettrico porta in pressione l’acqua, derivante da un normale rubinetto dell’acquedotto domestico, ed esce attraverso la lancia una volta premuto il grilletto. La lancia può essere semplice o avere delle regolazioni riguardanti la pressione d’uscita o il tipo di getto (a ventaglio o fino).

I principali vantaggi sono:

  • Lavaggio rapido in termini di tempo
  • Efficace eliminazione del fango
  • Ridotta necessità di detergenti

Lo strumento utilizzato da noi è una Kärcher K2 Premium www.kaercher.it, idropulitrice semplice e ideale per un utilizzo domestico, la pressione massima è di 110bar ma l’utilissima lancia Vario Power (una di quelle in dotazione) ne permette la regolazione.

Lavaggio_bici_idropulitrice-4

Lavaggio_bici_idropulitrice-11
Lavaggio_bici_idropulitrice-12

il lavaggio

Vediamo in vari step come operare nel modo migliore, senza rischiare di rovinare cuscinetti o meccanismi sensibili, ottenendo comunque un ottimo risultato!

Rimanendo ad una distanza di almeno un metro e mantenendo una pressione bassa, se è possibile regolarla, iniziamo il lavaggio bagnando il telaio e tutti i componenti per ammorbidire il fango. Fortunatamente quest’estate siamo stati graziati da madre natura e non abbiamo mai infangato esageratamente la bici 🙂 …ma l’autunno ormai è alle porte

Lavaggio_bici_idropulitrice-14

Anche le parti più nascoste e il manubrio, importantissimo è mantenere una distanza tale da non permettere alla pressione di penetrare tra le guarnizioni o nei cuscinetti.

Lavaggio_bici_idropulitrice-20
Lavaggio_bici_idropulitrice-21

Una volta inumidita per bene, passiamo all’eliminazione del fango (nel nostro esempio non ce n’è…!) aumentando la pressione dell’acqua.
IMPORTANTE: Qui sotto lo vedrete meglio attraverso le foto, è importantissimo soprattutto sulla forcella, ammortizzatore e reggisella, indirizzare il getto nel senso contrario a quello di scorrimento dello stelo. Se facessimo nel modo contrario, la pressione farebbe penetrare l’acqua all’interno dei parapolvere con la conseguente necessità di dover revisionare la forcella…nel migliore dei casi!

Lavaggio_bici_idropulitrice-25

Lavaggio_bici_idropulitrice-24
Lavaggio_bici_idropulitrice-26

Gomme, telaio possono essere lavate senza particolari precauzioni, oltre alla solita e cioè di non mantenere la lancia troppo vicina!!!

I principali problemi riscontrabili utilizzando in modo sbagliato l’idropulitrice:

  • Perdita di efficacia delle unità idrauliche/ammortizzanti
  • Usura precoce dei cuscinetti

Una volta tolto il fango possiamo passare al detergente, la nostra idropulitrice Kärcher K2 Premium è provvista di serbatoio che in questo caso non utilizziamo perché il detergente è provvisto di comodo spruzzino.
Consigliamo sempre di utilizzare prodotti specifici al lavaggio di biciclette, studiati per non rovinare guarnizioni e nemmeno materiali compositi come il carbonio della GT Force-X delle foto.

Lavaggio_bici_idropulitrice-40
Lavaggio_bici_idropulitrice-45

Utilizzando il detergente MUC-OFF è sufficiente attendere 2 minuti e senza dover strofinare, lo sporco si scioglie e viene completamente rimosso dall’acqua al momento del risciacquo, operazione da eseguire impostando una pressione media e ricordandosi dei consigli dati qualche riga più su.

Lavaggio_bici_idropulitrice-51

Il lavaggio è così terminato, non abbiamo rovinato in alcun modo gli ammortizzatori e nemmeno il movimento centrale, serie sterzo, ruota libera e gli altri componenti. Possiamo affermare quindi che l’utilizzo dell’idropulitrice per il lavaggio delle nostra amata bicicletta è vantaggioso in situazioni di molto sporco o di tempo disponibile ridotto, pur sempre ricordandoci queste semplici regole che abbiamo visto assieme.

Per finire…

Passiamo poi all’asciugatura, utilizzando un panno pulito asciughiamo telaio, ammortizzatori, cerchi e le parti più semplici…

Lavaggio_bici_idropulitrice-60
Lavaggio_bici_idropulitrice-66

…invece con un compressore soffiamo l’aria dalle viti e dagli altri posti meno accessibili.
Come prima, manteniamo la regola della distanza e se possibile di non puntare direttamente il getto d’aria contro le fessure degli elementi più delicati come manettini dei cambi o le regolazioni degli elementi ammortizzanti.

Lavaggio_bici_idropulitrice-69
Lavaggio_bici_idropulitrice-72

Quando sarà asciutta anche la catena….

Lavaggio_bici_idropulitrice-76

…terminiamo lubrificando la trasmissione

Lavaggio_bici_idropulitrice-78
Lavaggio_bici_idropulitrice-77

Rimuovendo poi l’unto in eccesso

Lavaggio_bici_idropulitrice-83

Spero che questa semplice guida vi possa aver dato quei semplici ma importanti consigli che vi per agevolarvi in quella che è la più frequente delle operazione di manutenzione, il lavaggio!
 
Nelle foto sono presenti:

IDROPULITRICE Kärcher K2 Premium www.kaercher.it
BICI GT Force-X Pro 2015
DETERGENTE Muc-Off
LUBRIFICANTE Squirt Lube

 
Testo e Foto di Matteo Pedrech
 
Lavaggio_bici_idropulitrice