DOA 2017 – Il risveglio del Nevegal

 
Potremmo riassumerlo con questo titolo il weekend appena passato nella famosa location del Nevegal, la località in provincia di Belluno dove a fine anni ’90 si sono disputate gare di downhill a livello mondiale e nazionale.
 

 
Dopo quasi 10 anni dall’ultimo evento agonistico e un susseguirsi di indecisioni direzionali pare che l’impegno verso lo sviluppo di un bike park stia prendendo piede, complice sicuramente lo scarso innevamento naturale e quindi un rischio economico non indifferente, visto quanto gli sport sciistici si stiano rivelando a dir poco imprevedibili economicamente in quanto troppo soggetti alle situazioni meteorologiche.

Il team XAuthority in collaborazione con Alpe del Nevegal e il prezioso aiuto dei trail builders capitanati da Marco De Col ha dato vita ad un weekend di divertimento e sano sport, radunando oltre 90 bikers che nei due giorni hanno animato la leggendaria pietraia e i nuovi trails realizzati negli ultimi mesi, senza farsi intimidire dalle piogge scese durante la notte.
 

 
Ai piedi delle piste hanno trovato posto espositori del settore come Pedroni, Liv, SottoBosco, Crazy Sport, oltre a chioschi con menù convenzionati, il tutto a ritmo di musica con tanto di dj in console.
 


 
Abbiamo scambiato due chiacchiere con Lorenzo Ciet, uno degli organizzatori: “I numeri parlano di 45 iscritti alla fase cronometrata e la conta arriva a oltre 90 riders che hanno popolato il Nevegal durante i 2 giorni dell’evento.
 

 
Per quanto mi riguarda sono stato partecipe sia da un punto di vista organizzativo che da quello di rider. Abbiamo impiegato parecchi giorni a preparare i trail, ma per nostra fortuna il lavoro svolto ci ha ripagato rendendo il tracciato cronometrato agibile nonostante le avverse condizioni meteo durante la nottata. Non ti dico che secchiate d’acqua che scendevano!
 
Se devo raccontartela come rider ovviamente devo tirare fuori delle scuse, no? 😀 Sfortunatamente ho potuto cronometrare solo 2 run di cui una nella prima mattinata con il terreno ancora molto bagnato. Ho trovato la lunghezza del percorso adatta ad una fascia prevalentemente amatoriale come il nostro ed è stato positivo il feedback ricevuto da parte degli altri partecipanti. Senza dubbio dovremmo continuare a lavorare per migliorare i sentieri ed ampliare l’offerta, il nostro impegno è iniziato da poco ma ha una prospettiva molto ambiziosa.
 

 
Organizzare questo evento è stato senza dubbio faticoso, sia prima che durante, ma ha permesso di dare al Nevegal un movimento che non si vedeva da anni. Parlando dei tracciati la maggior parte del merito va sicuramente a Marco De Col, perché senza di lui probabilmente non sarebbe stato possibile realizzare né questo, né il nuovo trail che verrà inaugurato a breve.

 
A proposito di nuovi trails, sabato abbiamo intravisto un droppone da quasi 2 metri ultimato proprio in questi giorni!!!
 
Noi di MTBTECH, ma all’unanimità con i rider partecipanti e non, ci auguriamo che questo possa essere il primo passo di una lunga avventura che porti ad una riqualificazione dei servizi riguardanti la mountainbike ma anche l’accoglienza e di tutto ciò che gravita attorno al turismo, in questa spettacolare montagna delle Prealpi venete ricca di storia…della mountainbike!
 
Sito Alpe del Nevegal: www.alpedelnevegal.it
Sito XAuthority: facebook.com/xauthorityasd
 
Testo e foto: Matteo Pedrech

Seguici, metti MI PIACE alla pagina Facebook MTBTECH.IT –> facebook.com/mtbtech.it