Come migliorare la sicurezza in mtb!


Accorgimenti e upgrade che possono rendere la vostra guida più sicura


 
Dopo ogni salita c’è una discesa e quest’ultima è sicuramente l’aspetto più divertente della mtb, ma anche la cosa che intimorisce di più i neofiti, così anche chi ha un’esperienza maggiore, trovandosi spesso a dover affrontare pendenze che possono arrivare anche al 70%. Per questo motivo imparare a governare la mountain bike in maniera corretta in discesa è fondamentale per divertirsi in sicurezza. Per migliorarsi serve studio, concentrazione e un po’ di pratica, ma i risultati, con un po’ di impegno non tarderanno ad arrivare, e con vostra gran soddisfazione riuscirete a oltrepassare in sella passaggi tecnici e pendenze che prima non vi sognavate di fare in bici.
 
Ecco i nostri consigli per migliorare la vostra mtb per essere più veloci e sicuri.
 
Come migliorare la sicurezza in mtb?
 

Maggiorare i freni


Si, tanto frenano tutti. L’avete detto? Sbagliavate! I freni vi salveranno la vita in alcune circostanze, e averli di buona qualità ancora più spesso. A volte i dischi di serie sono di qualità solo discreta e passando a quelli di un modello immediatamente superiore in gamma i miglioramenti – prontezza della frenata, resistenza alla fatica – sono evidenti. Frenare bene aumenta la qualità di guida. Freni più efficaci vi permetteranno di frenare di meno, aumentando la velocità e la qualità del riding.
 
Come migliorare la sicurezza in mtb?
 

Manubrio più largo e attacco manubrio più corto


Della lunghezza del manubrio ne abbiamo parlato in un articolo approfondito, partendo dal dato che la lunghezza del manubrio influisce sulla guida e in generale per le discipline gravity vale una semplice equazione: più è largo il manubrio, dovendo mantenere le braccia più flesse, maggiore è la stabilità della bici sul veloce, perché le mani impugnano una leva più lunga, quindi per contrastare la forza della ruota anteriore è necessaria minor forza. In ambito trail/all-mountain, di norma, la combo con attacco da 60mm accoppiato a una piega low rise da 760mm può rappresentare la giusta scelta – e comunque la base di partenza – per la quasi totalità dei rider. Spesso però si trovano manubri stretti su bici da enduro, o addirittura attacco manubri troppo lunghi, che vanno a influenzare negativamente sulla qualità del riding. Per quanto riguarda lo steam, ovvero l’ attacco manubrio, la lunghezza di questo componente gestisce l’agilità della sterzata: tanto minore è la sua lunghezza, tanto più agile risulterà il cambio di direzione. Nelle discipline gravity la misura dell’attacco manubrio non supera quasi mai i 40/50 mm di lunghezza. Quindi, se ne avete uno più lungo e volete migliorarvi in discesa, è il momento di sostituirlo.
 
Come migliorare la sicurezza in mtb?
 

Montare un reggisella telescopico (o abbassare la sella)


Avere la sella alta in discesa limita i movimenti e non permette di arretrare il busto nelle situazioni di pendenza accentuata. Ecco perché abbassarla è fondamentale, e poterlo fare in movimento grazie ad un comando al manubrio è ritenuto ormai fondamentale dalla maggior parte dei biker. Se montate un reggisella telescopico non potrete più farne a meno perché vi darà più confidenza.
 
Come migliorare la sicurezza in mtb?
 

Aumentare l’escursione della forcella


Più escursione, più sicurezza in discesa perché una forcella di escursione maggiore apporta un beneficio simile a quello di un manubrio più alto da terra. La regola vuole ce non si vada oltre i 20 mm rispetto al valore della forcella di serie per non alterare eccessivamente le geometrie della bici. Quindi se la vostra bici ha un’escursione di 130mm, montare una forcella con escursione 160mm non è una buona idea perché stravolgerete la geometria influenzando negativamente il comportamento della bici sia in salita che in discesa.
 
Come migliorare la sicurezza in mtb?
 

Montare un ammortizzatore a molla


Un piccolo cambiamento che si rivela rivoluzionario. Rispetto agli ammortizzatori standard ad aria, la molla è capace di copiare ogni asperità del terreno in maniera più fluida, con il risultato di avere un feeling migliore con la guida e in particolare da chi cerca una sensibilità e un sostegno a metà corsa che l’aria non riesce a dare. Questo upgrade è maggiormente apprezzato per chi pratica enduro o downhill, coloro che quindi necessitano meno di un bloccaggio totale per la pedalata.
 
Come migliorare la sicurezza in mtb?
 

Montare copertoni più larghi (plus)


If you need more confidence, go plus. Potrebbe essere il claim di una casa di copertoni. Questo perché quando si parla di discesa (ma anche di salita tecnica) meglio optare per uno pneumatico leggermente più largo dell’opzione di fabbrica: più volume significa pressione più bassa, maggiore impronta a terra e controllo superiore. Il formato 27,5 “plus, o 650b plus”, va dai 2,8 ai 3,25. A volte, per ottenere maggior confidenza in discesa, si può optare per un copertone più largo solo sull’anteriore. Un 2.4 o addirittura un 2.6, detti semi-plus. Per diversi ambiti, soprattutto sentieri naturali ricchi di rocce, sali scendi, sezioni ripide, terreno smosso o radici, il 2,6″ paragonato al 2,3/2,4″ dà quel pizzico di grip e di volume in più che si trasforma in maggiore confidenza di guida.
 
Come migliorare la sicurezza in mtb?
 

Fare corsi di guida


Non dimenticate l’importanza di imparare a guidare la bicicletta, sembra una sciocchezza detta così ma i corsi di guida sono fondamentali per i neofiti. Fatevi spiegare le basi della conduzione della mtb in discesa: posizione delle dita, dei gomiti, dei piedi e della cinematica intera in sella ad una bici per governare il movimento, e non subirlo. Sono un po’ costosi, ma rappresentano un ottimo investimento in termini di sicurezza. Se invece volete risparmiare i soldi per la bici nuova allora girate con il vostro amico più bravo. Stategli alle costole e cercate di imitare i suoi movimenti fluidi. Perché, come diceva, nessuno nasce “già imparato”, ma si può imparare copiando.
 
Come migliorare la sicurezza in mtb?
 

Testo: Marco Trabucchi
Foto: MTBTECH

Seguici, metti MI PIACE alla pagina Facebook MTBTECH.IT –> facebook.com/mtbtech.it