Nove Mesto incorona le nuove stelle del fuoristrada: Mathieu van der Poel e Kate Courtney


 
Soffia un vento nuovo sull’elite del fuoristrada mondiale. La UCI MTB World Cup oggi ha celebrato il primo successo nella Coppa del mondo cross country di quel fenomeno di Mathieu Van der Poel e ha confermato che Kate Courtney sarà la donna da battere in questa stagione.
 
Il 24enne olandese e la 23enne californiana, tra i gioielli più splendenti della nuova generazione che si sta affermando a livello globale, sono stati i migliori sullo spettacolare percorso di Nove Mesto, in Repubblica Ceca, che ha ospitato la seconda tappa della Mercedes Benz UCI World Cup (potete vedere il replay su Red Bull TV). Il figlio e nipote d’arte, il papà è Adrie van der Poel e il nonno Raymond Poulidor, venerdì si era già imposto nello short track, dove in campo femminile aveva vinto a sorpresa l’americana Chloe Woodruff.
 
Oggi la gara “in rosa” è stata un susseguirsi di colpi di scena, soprattutto durante l’ultimo giro. Ad Anne Tauber, in testa per quasi tutta la competizione, cade la catena proprio sulla rampa più ripida e Kate Courtney la supera andando a conquistare la seconda vittoria consecutiva dopo il successo di Albstadt di domenica scorsa. Jolanda Neff, che all’inizio aveva combattuto in testa al gruppo proprio contro la Tauber, fora, perdendo ulteriori posizioni oltre a quelle che aveva ceduto per il fuorigiri iniziale. Dunque ci ritroviamo con un ordine d’arrivo piuttosto inedito, con alle spalle della campionessa del mondo l’australiana Rebecca McConnell e la canadese Haley Smith. Da segnalare il forfait di Annika Langvad, dominatrice delle ultime edizioni, e il ritorno alle gare della campionessa olimpica Jenny Rissveds. In ottica italiana 19a ha concluso la promettente Chiara Teocchi, 20a in maglia tricolore Eva Lechner.
 

 

 
Dopo che le donne avevano già “scaldato” la Vysocina Arena, il testimone è passato agli uomini che si sono allineati pronti anche loro a darsi battaglia. Con il sole ed il fondo in condizioni ottimali, la gara maschile si è rivelata un duello tra il solito Nino Schurter e Mathieu Van Der Poel, che dopo aver dominato la stagione di ciclocross ed essersi imposto anche su strada era in cerca della sua prima vittoria di peso nel XCO, la sua disciplina preferita.
 

 
Con un ritmo forsennato, che hanno tenuto durante tutta la prova, si sono staccati dal resto dei concorrenti e si sono studiati fino all’ultimo giro, quando MVDP in salita con un’accelerazione mostruosa ha letteralmente lasciato sul posto il campione del mondo, che negli ultimi anni non aveva mai trovato un rivale che lo facesse sudare così tanto. Dietro di loro il ceco Ondrej Cynk ha corso gran parte della gara in solitaria, incitato dal pubblico di casa, per poi essere ripreso da Mathias Flückinger e Henrique Avancini. Bene i corridori azzurri con il campione d’Italia Gerhard Kerschbaumer che ha chiuso 7°, Luca Braidot 15° e Gioele Bertolini, artefice di una grande rimonta, 17°.
 

 
Dopo due prove Kate Courtney e Mathieu Van der Poel sono al comando della classifica generale con già un bel distacco sugli altri pretendenti al titolo.
 
La Coppa del mondo di MTB prosegue dando spazio alla Downhill con la tappa di Fort William, in Scozia, che andrà in scena il prossimo week end e quella di Leogang, in Austria, il fine settimana successivo. Come sempre, sia che si tratti di XC o DH, tutte le gare saranno trasmesse in diretta su www.redbull.com.