Reggisella TRANZX remote dropper

Non ci capita spesso di recensire un componente montato di serie su una bici, ma questa volta una parte molto importante di una bici test ci ha stupiti per due motivi: è molto economico e funziona molto bene.
Stiamo parlando del reggisella telescopico TRANZX Dropper che troviamo sul montaggio di serie della Cannondale Jekyll Carbon 3 2018, la nuova endurona del brand americano che abbiamo in test da ormai parecchi mesi.
 
TRANSX remote


 

COM’È FATTO

Il reggisella TranzX in questione ha un’escursione di 120mm ma nel sito del produttore è disponibile anche nelle misure di 100 e 150mm. È dotato di comando remoto al manubrio con passaggio del cavo interno al telaio, cosiddetto “stealth” appunto per la particolarità di essere “invisibile”.
 
TRANSX remote
 
Tale comando è realizzato a forma di leva e non a pulsante, aziona l’apertura e la chiusura della valvola tramite un normale cavetto di acciaio simile a quello utilizzato per i comandi dei cambi.
 
TRANSX remote
 
Il corpo del reggisella è interamente in alluminio e il diametro d’innesto al seat-tube è di 30,9 mm.
Fa capolino nella parte superiore un morsetto reggisella formato da due mezzelune tenute strette tra di loro da altrettante viti con testa esagonale, una anteriore e una posteriore.
 
TRANSX remote


 

IL TEST

Coscienti di essere di fronte ad un reggisella di tipo economico, se paragonato ai più blasonati Rockshox o KS, non può che confermarcelo il peso visto che l’ago del bilancino si ferma a quota 580 grammi, un valore di rilievo ma non esagerato.
 
Dotato di una cartuccia sigillata con regolazione della pressione dell’aria, non necessita di manutenzione extraordinaria e infatti negli ultimi quattro mesi di test non ha mai avuto alcuna incertezza di funzionamento eccetto un’obbligata lubrificazione del comando remoto appena montato in quanto risultava troppo pastoso nel funzionamento e una verifica della pressione della cartuccia almeno una volta ogni due mesi. Tale valore deve essere tra i 230 ed i 250 psi.
 
TRANSX remote
 
Per mantenere a lungo la caratteristica di fluidità del comando e del buon funzionamento generale è necessario ungere leggermente il cavetto sull’imbocco della guaina per creare per quanto possibile un film idrorepellente.
 
Il fissaggio della sella si è sempre dimostrato molto solido garantendo rigidità e stabilità. Una delle migliori qualità è senza dubbio la rigidità nel suo insieme: siamo abituati infatti ad un leggero gioco tra lo stelo e il fodero, ma in questo TranzX dropper è ridotto al minimo.
 
Il componente in questione è ancora in utilizzo e non mancheremo ad aggiornare la recensione se con il passare dei mesi dovessero verificarsi variazioni di performance.
 
TRANSX remote


 

CONCLUSIONI

La promozione è meritata per un rapporto qualità/funzionalità/prezzo vantaggioso. Ciò non significa che il prodotto accontenti tutti gli utilizzatori, data la minima ma costante manutenzione da effettuare, senza contare che ogni anno/anno e mezzo (in base alla frequenza di utilizzo) è consigliato sostituire il cavetto e la guaina del comando. Però accontenta soprattutto chi cerca un prodotto entry level funzionale ad un prezzo molto aggressivo, chiudendo un occhio sul peso complessivo.

Prezzo: lo si trova tra i 90 e i 120 €, sia nei negozi specializzati che online.
Sito del produttore: http://tranzx.com/

ALTRE FOTO DEL MONTAGGIO:

TRANSX remote

TRANSX remote

TRANSX remote

TRANSX remote
 
Testo e Foto: Matteo Pedrech

Seguici, metti MI PIACE alla pagina Facebook MTBTECH.IT –> facebook.com/mtbtech.it

Matteo Pedrech