TEST casco SCOTT VIVO PLUS


 
Scott Sports è famosa ai più per la produzione di biciclette d’alta gamma, ma il catalogo del brand svizzero è ricco di articoli che completano il biker in tutte le dotazioni necessarie. Dall’abbigliamento, agli zaini, scarpe, protezioni e caschi, vedremo prossimamente alcuni dei prodotti realizzati da Scott, ma oggi dedichiamoci al casco SCOTT VIVO PLUS, dedicato ad un utilizzo allmountain-enduro.
 
SCOTT VIVO PLUS
 

SCOTT VIVO PLUS


 
Incominciando l’analisi tecnica del prodotto, salta subito all’occhio la tecnologia Mips (Brain Protection System). Questa tecnologia prevede che la calotta esterna sia collegata alla parte interna grazie a dei ganci flessibili appositamente progettati. In pratica questo sistema riproduce quello che la natura ha sviluppato per proteggere il nostro cervello, ovvero tenere sospeso lo stesso nel liquido cerebrospinale e isolarlo dalle sollecitazioni a cui può essere sottoposto il cranio, spiegato anche in questo articolo: www.mtbtech.it/cose-la-tecnologia-mips-dei-caschi.
 
SCOTT VIVO PLUS
 
La calotta è realizzata tramite la tecnologia In-Mold con la quale la calotta esterna in policarbonato viene saldata direttamente con un guscio interno in polistirolo espanso (EPS) in un unico pezzo.
 
Il casco è ben avvolgente nella parte posteriore e laterale grazie a quello che il produttore chiama Extended Cover Zone. SCOTT ha svolto degli studi in collaborazione con degli istituti di medicina per capire quali fossero le zone vulnerabili del cranio e di conseguenza andare a proteggerle con una superficie estesa del casco, in particolare nella zona delle tempie e la parte tra nuca e collo. L’estensione verso le tempie non ha mai intralciato con la montatura degli occhiali.
 
SCOTT VIVO PLUS
SCOTT VIVO PLUS

 
La calotta è in materiale plastico opaco e troviamo che questa finitura sia meno soggetta agli strisci a cui inevitabilmente un casco va in contro durante l’uso (per esempio contro i rami). Frontalmente il frontino è regolabile ma noi abbiamo preferito tenerlo sempre nella posizione più bassa in quanto più efficace se utilizzato con i classici occhiali. Utilizzando la maschera invece, dato l’ingombro, è più comodo posizionare il frontino in posizione alta.
 
SCOTT VIVO PLUS
SCOTT VIVO PLUS

 
Altra caratteristica interessante è il Micro Rotary Adjustment System II ovvero la tipologia di regolazione dell’elemento che fascia la nuca del biker, sistema aggiornato rispetto a quello di anni fa per renderlo più resistente e più performante. In questo caso si tratta di una rotellina su cui sono avvolti due laccetti in materiale plastico, che si può regolare quindi usando una mano sola. Questa regolazione è stata rivista rispetto alla medesima utilizzata gli anni precedenti, è stata migliorata e ora da un senso di maggior robustezza pur garantendo una chiusura molto solida e stabile. Ottime anche le possibilità di regolazione dato il “passo” breve degli scatti della rotellina.
 
SCOTT VIVO PLUS
 
Grazie a queste caratteristiche, lo SCOTT VIVO PLUS riesce ad essere ben saldo anche nei percorsi più sconnessi, senza dare la ben che minima sensazione di movimento. Durante il test fortunatamente non abbiamo appurato in prima persona le qualità di assorbimento degli impatti, ci affidiamo quindi alle molteplici soluzioni alle quali Scott si è affidata, garantendosi i certificati di omologazione.
 
Il test è stato svolto su un modello di taglia M ma le taglie disponibili sono ben tre: S-M-L, mentre il peso si attesta a 330 grammi per la taglia provata.
 
La comodità è buona nonostante le spugnette interne siano piuttosto minimaliste, e anche l’areazione ci ha soddisfatti pienamente grazie alle 17 ampie aperture.
 
SCOTT VIVO PLUS
 

CONCLUSIONI


Troviamo che il SCOTT VIVO PLUS sia un buon casco adatto alla pratica di discipline come l’allmountain e l’enduro, è realizzato con buoni materiali e privilegia la funzionalità generale.
Il peso è in linea con la concorrenza e ferma la bilancia a 330 grammi ricordiamo per la taglia M.
 
Complessivamente emergono la comodità e la ventilazione, mentre l’alto indice di sicurezza è garantito soprattutto dalla tecnologia Mips, per questo siamo di fronte ai vertici della categoria. Se volete saperne di più su questa tecnologia vi consigliamo la visione del nostro articolo dove vi raccontiamo il MIPS nel dettaglio, a questo link www.mtbtech.it/cose-la-tecnologia-mips-dei-caschi.
 
Il prezzo di listino è di 129 €, molto buono per la qualità e le tecnologie offerte.
Colori disponibili: Black, Black/White, White/Mint Green (bianco sopra e verde chiaro sotto), Nightfall Blue (blue sopra e marrone sabbia sotto), Merlot Red/Grey (rosso bordeaux sopra e grigio sotto) e Metal Green/Orange come quello in test.
 
Cosa non ci è piaciuto:
Spugnette interne migliorabili
Cosa ci è piaciuto:
Ventilazione molto buona
Estetica azzeccata

 
Link del sito Scott: www.scott-sports.com/it/it/product/casco-scott-vivo-plus-ce?article=2410706154007
 
 
Testo di Matteo Pedrech
Foto di Andrea Brunato
 
Seguici, metti MI PIACE alla pagina Facebook MTBTECH.IT –> facebook.com/mtbtech.it

Matteo Pedrech