Calze Oxeego Pixels e Outdoor

Quando ho iniziato a praticare mountain bike, alla giovane età di 13 anni, non davo molta importanza all’abbigliamento che indossavo. Il mio obbiettivo era solamente divertirmi all’aria aperta, allenarmi e confrontarmi con gli avversari durante le gare.
 
Sicuramente l’accessorio che curavo meno erano le calze, tendenzialmente utilizzavo quelle che vincevo alle gare o se dovevo acquistarle basavo le mie scelte solo sul colore. Solamente negli ultimi 5-6 anni ho iniziato ad approfondire ciò che sta dietro ad ogni singolo componente riguardante il vestiario del ciclista. Maglie, pantaloni, fondelli sempre più tecnici, e non da meno le calze, punto di contatto tra il ciclista e la bicicletta, di fondamentale importanza ai fini del miglioramento delle performance. Ho iniziato quindi e rendermi conto della differenza tra prodotti ben realizzati e non.
 

 
Calze di qualità permettono ai piedi di stare bene e non avere problemi di qualsiasi sorta, dalla circolazione, all’espulsione del calore e dell’umidità,così ho iniziato ad usare prodotti qualitativamente di alto livello ma senza rinunciare all’estetica.
Da qualche mese ho in test le calze Oxeego, azienda italiana di Rovereto in provincia di Trento che produce in Italia abbigliamento tecnico sportivo per running e trail running oltre che per ciclismo e outdoor.
 

COME SONO FATTE


Si presentano con un packaging curato. La busta in plastica richiudibile, il cartoncino che riporta le caratteristiche del prodotto e il claim RIDE HERE RUN NOW che accompagna ogni paio di calze, fanno capire la cura che l’azienda riserva ai propri clienti. Cura che viene confermata al primo contatto, momento in cui si percepisce la qualità dei materiali e l’ottima fattura. Le calze Oxeego sono realizzate in Italia con materiali che si presentano morbidi e piacevoli al tatto in tutte le zone.
 

 
Abbiamo in test due modelli di calze, le Pixels e le Outdoor, le prime specifiche per utilizzo ciclistico mentre le seconde più universali e idonee anche per trekking a piedi.
 

 
Pixels è la calza tecnica da ciclismo disponibile in 7 versioni diverse, tutte colorate e facilmente abbinabili a qualsiasi outfit. Già utilizzate da molti professionisti, ricalcano la struttura del modello bike, con un design fuori dalle righe. Sotto al metatarso è presenta una porzione di materiale molto morbido, nel punto in cui il piede preme sul pedale.
 

 
Proseguendo verso la parte centrale notiamo porzioni che avvolgono e creano una sorta di fasciatura del piede, fino ad arrivare al tallone, preformato con precisione così da mantenere ferma la calza attorno ad esso. Sul malleolo ci sono delle porzioni elasticizzate che proteggono dallo sfregamento contro la linguetta delle scarpe, mantenendo una direzione di compressione verso il tallone.
 

 
Outdoor è l’ultima nata in casa Oxeego e punta ad un segmento sempre più coinvolgente, ovvero quello del trekking. Sviluppata in lungo e in largo sui trail che attraversano le Alpi, protegge il piede da sfregamenti e attriti dannosi prevenendo il rischio di vesciche.
 

 
Sono leggere ma offrono un’acclimatazione perfetta, la soluzione giusta per le condizioni avverse che riserva spesso la montagna.
La differenza più sostanziale rispetto alle Pixels è indubbiamente la fascia mediana che crea una pressione ed una fasciatura del piede ancora più precisa rispetto a quella che troviamo sul modello dedicato al ciclismo. Tale caratteristica è rilevante nel trekking in quanto molto più peso grava sulla parte posteriore del piede.
 

 

Ma cos’hanno in più le calze Oxeego rispetto a quelle più comuni?


 
Il segreto della qualità Oxeego è custodito nei materiali utilizzati: fibra tessile arricchita con biossido di silicio, biossido di titanio e ossido di alluminio, microparticelle minerali che assorbono l’energia infrarossa prodotta dall’attività metabolica e la incanalano nuovamente verso i tessuti più profondi. Si tratta di energia “riconvertita” che consente un incremento dell’ossigenazione tissutale istantanea.
 

 
Praticamente durante il riding il piede rimane più asciutto e gli sbalzi di temperatura vengono ammorbiditi evitando picchi sia in termini di caldo che di freddo, oltre ad alleviare la sensazione di formicolio che capita di avere indossando scarpe meno performanti. Non ho piedi particolarmente delicati ma credo la fattura delle calze sia stata di grande aiuto in questo.
Le calze rimangono sempre ferme e ben posizionate sul piede, e questo evita sfregamenti o frizioni durante l’uso.
Nelle ultime settimane, in cui finalmente è arrivata l’estate e siamo stati a girare a Finale Ligure, con magnifiche giornate di sole e temperature che si aggirano tra i 25° e i 30°, ho potuto constatare la capacità di traspirazione delle calze.
 

 

CONCLUSIONI


 
Le calze Oxeego sono ben realizzate, svolgono il loro compito senza alcun problema e si sono dimostrate resistenti sia durante l’utilizzo che nel tempo, dopo vari lavaggi. Durante l’utilizzo la calza mantiene con sincerità le qualità espresse dall’azienda, e a questo aggiungiamo il fatto che le fibre utilizzate possiedono una spiccata proprietà antibatterica, qualità indispensabili per un utilizzo prolungato. Qualità che giustificano il prezzo, leggermente superiore ai prodotti più comuni, senza però sconfinare nell’esagerato.
 
Avendo provato sia le Pixels che le Outdoor in ambito ciclismo, non abbiamo riscontrato una differenza sostanziale che ci faccia scegliere in termini assoluti le une o le altre. Certo le differenze ci sono, soprattutto per quanto concerne la forza fasciante a centro piede del modello Outdoor, leggermente superiore, ma che in termini pratici durante la pedalata non comporta pro o contro degni di nota. Diverso sarebbe se i due modelli venissero valutati in fase di camminata dove molto peso viene scaricato anche sul tallone, ma questo ambito lo lasciamo testare a chi è del settore.
 
Le calze Oxeego sono indubbiamente un prodotto che soddisfa gli utilizzatori, come ha soddisfatto noi, sia in termini di performance sia per quanto riguarda le scelte cromatiche, fuori dagli schemi e molto curate!

 
Prezzo di listino: 26.00€ per le Pixels, 24.00€ per le Outdoor.
 
 

Cosa non ci è piaciuto:
La pressione generata potrebbe risultare fastidiosa per chi non ha piedi tendenzialmente magri
Cosa ci è piaciuto:
Grafiche stupende
Qualità dei materiali molto elevata
Buon comfort, anche nelle giornate molto calde

 
Link al sito OXEEGO: www.oxeego.com/it
Link al modello Oxeego Pixels: www.oxeego.com/it/calze-sport-oxeego/22-oxeego-pixels.html
Link al sito Oxeego Outdoor: www.oxeego.com/it/calze-sport-oxeego/8-calza-outdoor-trekking.html
 
 
Testo e Foto: Matteo Pedrech
 
Seguici, metti MI PIACE alla pagina Facebook MTBTECH.IT –> facebook.com/mtbtech.it

Matteo Pedrech