Italiani XC 2018: la caduta di FRANZOI, accidentale o dolosa?

 
Questo weekend in quel di Roma si sono svolti i Campionati Italiani Ciclocross valevoli per le categorie amatoriali e agonistiche.
Un percorso velocissimo caratterizzato da poche curve e dislivello quasi pari a zero, rettilinei molto lunghi e nessun tratto che obbligasse a portare la bici in spalla, insomma, una gara molto particolare.

Per la categoria Elite la vittoria è andata a Luca Braidot, il friulano del G.S. Carabinieri già da metà gara ha preso le distanze dal gruppo imponendo un ritmo inarrivabile per i diretti rivali rimasti indietro anche per la mancanza di iniziative collaborative nel cercare di recuperare il gap. Al secondo posto il fratello Daniele Braidot (anche lui del G.S. Carabinieri) e chiude il podio Marco Aurelio Fontana (Team Bianchi).
 

 
Ma è a poche centinaia di metri dall’arrivo che accade un fatto particolare, ancora poco chiaro. Franzoi, uno dei favoriti nonché già iridato proprio in questa specialità del fuoristrada, cercando di guadagnarsi la terza posizione tenta un sorpasso su Marco Aurelio Fontana, ma il sorpasso si trasforma in una caduta.
 

 

Cos’è successo?

Non lo sappiamo, potrebbe essere (e lo speriamo) stata colpa di un momento di poca lucidità di Enrico, o di una banale caduta causata anche da un contatto involontario tra i due. Capibile quest’ultima opzione tenendo conto che c’era in paio il terzo posto.

O forse troppo agonismo tra i due?

 

VIDEO DELLA CADUTA –>



 
Fontana non ha subito conseguenze rimanendo in bici e tagliando il traguardo, mentre Franzoi ha dovuto ricorrere alle cure mediche (pare niente di grave, solamente qualche livido) sebbene sia riuscito a concludere la gara con però un netto ritardo.
 
Secondo voi com’è stata la dinamica?
Eravate li a vedere la gara e avete visto in diretta l’accaduto?