Partenza / Arrivo: Strožanačka cesta 23, 21312 - Podstrana - Croazia
Lunghezza: 40 km
Dislivello: 1180 m
Tempo di percorrenza: 4 ore
Quota massima: 700 m slm
Difficoltà:
Periodo consigliato: da marzo a novembre
Download traccia GPS Non disponibile

alpi_dinariche_mtbtech-14
 
Alcuni nostri lettori ci hanno chiesto se potevamo pubblicare nella sezione “Percorsi” l’escursione di Matteo S. sulle Alpi Dinariche. Se ve la siete persa potete rileggerla a questo link: www.mtbtech.it/le-alpi-dinariche-il-mio-viaggio/
Eccoli allora accontentati, con questa descrizione e relativa traccia gpx.
 
alpi_dinariche_mtbtech-5
 
Il percorso è abbastanza alla portata di tutti, anche del biker “meno” allenato a livello fisico e tecnico. Senza presentare particolari difficoltà si raggiungono quasi i 700 metri di altitudine sul livello del mare, percorrendo circa 40 chilometri, con un dislivello complessivo di 1180 metri.

Consigliamo di avere un buon navigatore Gps e uno zaino, dove riporre le cose che vi potranno servire durante la giornata. Tra abbigliamento, cartine, radio, telefono, qualche spicciolo e viveri vari, vedrete che farà presto a riempirsi.

Partiamo da un largo e comodo parcheggio, da Podstrana, poco lontano da Stobreč, proprio sul mare e, attraversando la statale, si trova subito una stradina sterrata molto facile, scorrevole e comoda per scaldare le gambe.
 
alpi_dinariche_mtbtech-6

alpi_dinariche_mtbtech-4

alpi_dinariche_mtbtechv-3
 
Il fiume Žrnovnica ci accompagna per un buon tratto, incontriamo pure qualcuno che fa jogging e altri biker che ci salutano, mentre le cime che vediamo lì davanti sono proprio le Dinariche.

Attraversiamo delle vie tranquille di paese, facendo attenzione alla freccia sul nostro Gps, che ci indica di svoltare appena dopo Kučine, dove inizia la prima salita.

alpi_dinariche_mtbtechv-4

alpi_dinariche_mtbtech-7
 
In questo tratto non c’è nemmeno un po’ d’ombra e il caldo estivo potrebbe farsi sentire, quindi è meglio premunirsi di abbondante acqua perché questa non è di facile reperibilità sul percorso.

alpi_dinariche_mtbtech-9

alpi_dinariche_mtbtech-8
 
Il mare, laggiù, si vede quasi sempre, se non quando ci si addentra nel bosco. Osserviamo ogni dettaglio lungo il sentiero, e questo ci dà molte soddisfazioni. Continuiamo a pedalare seguendo la traccia, e Gornje Sitno ci accoglie alla sua mercé, dove in un piccolo bar, ci abbandoniamo ad una fresca birra tipica di questa zona croata, una Karlovačko.
Niente di meglio.

alpi_dinariche_mtbtech-11
 
Di nuovo in sella, ripartiamo in direzione dell’osservatorio astronomico Zvjezdano Selo Mosor, basta alzare gli occhi e già lo si vede lassù, quello che sarà il punto più alto raggiunto durante tutta la giornata.
Per arrivare lì sopra ci aspetta un bel sentiero, ripido, scovato con impegno nelle cartine, dove c’è da pedalare senza mollare. Per fortuna, essendo tra gli alberi, il caldo è meno pesante da sopportare.

alpi_dinariche_mtbtech-12

alpi_dinariche_mtbtech-10
 
Raggiungiamo la vetta, e qui lo spettacolo che si vede non ha eguali perché abbiamo una “visione” a 360 gradi.
Siamo arrivati a metà del giro, ora ci aspetta una lunga discesa, mista e divertente, veloce, da percorrere senza tanti pensieri.

Arriviamo a Tugare, e raggiungiamo la strada principale che sale da Gata, pedalando su asfalto per qualche chilometro, in agilità, prima di salire al santuario di St. George.
Il bar Maleni si trova proprio dove inizia l’ultima salita di questo “tour”, vicino alla cava. È il posto ideale dove poter fare una breve pausa ristoratrice.

La strada ora ci porta a fare una quarantina di minuti in salita, imperterrita ma gentile, per fortuna in alcuni tratti ci lascia anche respirare un po’ e ci consente di rivolgere lo sguardo a questi panorami straordinari.

Ci osserviamo attorno, i chilometri trascorrono sereni, ad un certo punto la strada sterrata termina in un piccolo sentiero dove bisogna caricarsi la bici in spalla.

alpi_dinariche_mtbtech-3
 
La camminata è breve, il santuario è ormai prossimo, ci basta posare a terra la bici per renderci conto di quanto ci sia da vedere qui intorno.

alpi_dinariche_mtbtech-2
 
Podstrana e il mare sono laggiù, e noi qui seduti su una panchina, accarezzati dal vento, restiamo ancora qualche minuto a scattare fotografie.
Riallacciato il casco e abbassata la sella per avere un baricentro più basso, ci prepariamo alla discesa in un single track di sassi smossi. In questo tratto, facciamo sempre attenzione ai visitatori che incontriamo lungo il percorso.

alpi_dinariche_mtbtech
 
Passiamo un isolato con poche case. La strada continua larga e scorrevole, sale e scende gradualmente, e dietro di noi, solo una scia di polvere.

alpi_dinariche_mtbtechv-2

alpi_dinariche_mtbtechv

alpi_dinariche_mtbtech-13
 
Arriviamo a Podstrana con il tramonto, lungo una ripida strada di cemento, i colori sono incredibili e in pochi minuti raggiungiamo il parcheggio da cui eravamo partiti.
Un’escursione che ci ha ricaricato e che ricorderemo molto a lungo.
 
Foto di Matteo Scarso
 

 

Info utili, dove ci siamo trovati bene:

Appartamento:www.booking.com/hotel/hr/apartmani-marko-split1.hr
Ristorante:www.tripadvisor.it/Restaurant_Review-g1571763-d7128816-Reviews-Restoran_Pizzeria_Peperoncino-Stobrec_Split_Split_Dalmatia_County_Dalmatia
 

Le tracce presenti e scaricabili sono frutto della nostra personale registrazione. Non ci assumiamo alcuna responsabilità riguardo la correttezza della traccia stessa e tantomeno della condizione e percorribilità dei sentieri, poiché la loro situazione è in continuo evolversi. Ricordiamo che la percorrenza dei sentieri e strade montane, CAI e non, è disciplinata da regolamenti Nazionali, Regionali e Provinciali che in alcune circostanze NON permettono la percorrenza ai ciclisti, pertanto è doveroso informarsi riguardo tali norme e rispettare quanto indicato, anche dovendo smontare dalla propria bici e proseguire a piedi. È vivamente consigliato percorrere le tracce accompagnati da personale esperto che conosca il territorio ed il percorso.
Per informazioni info@mtbtech.it

Share