Casco GIST PRIMO

Oggi trattiamo ancora di sicurezza e di quell’oggetto che protegge la nostra testa.
GIST PRIMO è il nuovo casco interamente progettato e prodotto da Gist adatto sia all’uso stradale che crosscountry. Privo di frontalino parasole, ha un design moderno e poco ingombrante con un attento studio e focalizzazione sul passaggio dell’aria.
Molta attenzione è stata posta sul dissipamento degli urti e le regolazioni, che permettono a questo casco di calzare comodamente ed adattarsi ad un’ampia varietà di morfologie craniali, cosa da non sottovalutare in quanto molti brand asiatici ad esempio studiano i loro prodotti in base alle morfologie autoctone, ben diverse da quelle caucasiche, o altre…
 
GIRO PRIMO
 
Notevole il rapporto qualità/prezzo, quest’ultimo che si mantiene sotto i 100 euro ma con caratteristiche degne di segmenti superiori per utilizzo di materiali e cura dei dettagli. Ampia la gamma di colorazioni con finiture opache, lucide oppure fluo ad alta visibilità.
 

COM’È FATTO


La calotta principale è costituita da due parti accoppiate: quella esterna rigida in policarbonato e quella interna in composto espanso ad alta densità. Nella parte frontale, per un ulteriore dissipamento in caso di urto multiplo, troviamo dell’altro materiale morbido inserito tra il rivestimento interno spugnoso che appoggia alla testa e la parte interna del casco.
 
Le prese d’aria presenti sono ben 6 frontali, 2 laterali, 2 superiori e altre 6 aperture che fungono da estrattori nella parte posteriore.
 
GIRO PRIMO
 
Gli interni sono caratterizzati da materiale spugnoso con una piacevole sensazione liscia al tatto. Parte di questi sono ancorati alla calotta mediante velcri agevolmente asportabili per il lavaggio. Parte delle imbottiture interne frontali costituisce pure un’apprezzabile protezione per insetti.
 
GIRO PRIMO
GIRO PRIMO

Il cinturino è di materiale plastico abbastanza morbido, aerato anch’esso grazie ad una lavorazione a rete della trama, la chiusura sotto al mento è regolabile ed è presente un cuscinetto in materiale spugnoso nella parte inferiore. Ad assicurare il casco alla nuca troviamo una doppia chiusura: quella micrometrica attuata da una ghiera e l’orientamento tramite un cursore regolabile in tre posizioni distinte.
 
GIRO PRIMO
 
Primo ferma l’ago della bilancia a 265 grammi.
Due le taglie disponibili: S/M e L/XL e come dicevamo prima, la gamma di colori è molto ricca: nero lucido, nero opaco, nero/giallo, nero/rosso, bianco/nero, bianco/giallo, giallo fluorescente ad alta visibilità.
 

 

IL TEST


A parere personale mi piacciono molto i caschi di ultima generazione molto compatti, rotondi, poco spigolosi, e il Gist Primo sposa a pieno questa tendenza. Valuto positivamente la parte esterna così rigida e aderente di questo prodotto, mi sono piaciute le prese d’aria dalla superficie abbondante, mi piace la parte frontale con quel convogliatore d’aria sagomato che richiama un po’ gli alettoni frontali a baffo delle monoposto di formula uno. Trovo azzeccate le grafiche e l’accostamento dei colori, tra l’altro di tonalità molto accese come il rosso vivo e il giallo fluo. Apprezzabile anche il fatto che le scritte adesive siano poi state verniciate sopra e quindi non sono solo semplici adesivi che si possono rovinare e staccare nel tempo.
 
GIRO PRIMO
 
Una volta indossato e ‘adjusted’ alla testa con le molteplici e micrometriche regolazioni il casco è piacevolmente aderente, e personalmente sono stato sorpreso dalla sua comodità. Una volta sfilato, mantiene le regolazioni impostate. Noto come in alcuni caschi entry level, purtroppo con l’utilizzo di materiali non ad hoc, le chiusure e le regolazioni laterali e posteriori si muovano durante l’uso, con conseguente necessità di ri-regolare il casco all’utilizzo successivo.
 
GIRO PRIMO
 
Nell’uso stradale e ad andatura molto sostenuta non crea fastidiosi fruscii aerodinamici e l’aerazione, anche in presenza di alte temperature, è risultata buona e ben studiata. Gli interni sono morbidi e anche dopo ore di utilizzo, questo GIST PRIMO non mi ha recato alcun fastidio alla pelle né tantomeno arrossamenti da troppa pressione, merito certo dei materiali utilizzati.
Il peso di questo casco, che ricordiamo di 265 grammi, non affatica il collo sia in utilizzo mountainbike che bici da strada.
 
GIRO PRIMO
 

CONCLUSIONI


Primo ci è piaciuto molto, il rapporto qualità prezzo è un punto a suo grande favore da non sottovalutare, il peso contenuto e la sua eccellente comodità fa sì che anche dopo ore ci si dimentichi davvero di averlo addosso, anzi, calzato.
 
La quantità di aria che riesce a convogliare e a dissipare è abbondante, un toccasana notevole per le alte temperature…bandana o sottocasco per la stagione invernale saranno comunque ben graditi…
Il GIST PRIMO è facile da regolare e trasmette solidità, com’è giusto che sia.
Nel sito ufficiale si possono acquistare i pad interni come ricambi. Auspichiamo che in futuro Gist proponga anche una versione ancora più ‘tech’ con l’introduzione ad esempio del sistema Mips come dissipatore interno degli urti.
 
Prezzo: 95.00 €
Sito Gist: http://www.gistitalia.com/prodotti/caschi-occhiali/caschi/primo/
 
Testo e foto: Andrea Brunato
 
Seguici, metti MI PIACE alla pagina Facebook MTBTECH.IT –> facebook.com/mtbtech.it

Matteo Pedrech