A Barbarano oltre 140 rider per la sorpresa a Walter Belli


 
Oltre 140 rider si sono dati appuntamento il weekend scorso a Barbarano, in provincia di Vicenza nello splendido comprensorio dei Colli Berici, per un evento dedicato a Walter Belli.
Una giornata all’insegna della compagnia, del divertimento senza ostentazione agonistica, con lo scopo di raccogliere fondi per una grande persona.
 

Foto: Alex Luise


 
La discesa non perdona, e Walter Belli lo sa. La sua specialità è il Downhill, la Formula 1 della mountain bike. Ogni volta che si lancia giù per una china, sa che dovrà affrontare rocce, radici, salti, fino a raggiungere gli ottanta all’ora. Sono pochi minuti, ma in ogni istante ci si gioca tutto. Perché una caduta può distruggere l’allenamento di mesi, i sogni di una vita. Perché un infortunio non ti ferisce solo nel corpo. E spesso, la sfida più alta è trovare la forza di salire di nuovo in sella. 2014. Walter è all’apice. Con la sua bici è entrato nel Guinness dei primati, si è esibito davanti al Papa. Assieme al team 360°, che ha fondato e dirige, ha corso il mondiale di Downhill in Val di Sole – la gara più difficile e pericolosa al mondo. Ma è proprio quando sei al massimo che il rischio è più alto. Un malore in allenamento, la caduta. Il buio. Quando riapre gli occhi, Walter è su un letto di ospedale. È appena uscito da due settimane di coma farmacologico. Nell’incidente, le sue vertebre sono esplose. D’ora in avanti non potrà più salire in bici, non potrà nemmeno respirare senza l’aiuto di una macchina. Il mondo di Walter è rovesciato. Lui che per tutta la vita ha inseguito la velocità, ora è immobilizzato su una sedia a rotelle. Quella di un tetraplegico è spesso la vita di un recluso, di un invisibile. Uscire è un continuo scontro con le barriere architettoniche, i costi dei mezzi di trasporto, l’indifferenza della gente. E anche in casa si dipende sempre dall’aiuto degli altri, perfino per mangiare, per andare in bagno. Walter è abituato a lottare, a tornare in sella dopo ogni caduta. Ma questa volta perfino lui prova la tentazione di lasciarsi andare.” (La Velocità Perfetta)
 

 
Il sole ha accompagnato per tutto il tempo riscaldando la giornata iniziata con un pensiero personale dei partecipanti dedicato a Walter, per poi alzare le mani al cielo per una foto di gruppo.
 

 
I promotori Alex Luise e Alan Beggin hanno organizzato due tour guidati dal resto dello staff, uno allmountain e uno enduro per i più smanettoni, per poi concludere la giornata con le gambe sotto la tavola presso la casetta degli alpini di Barbarano, in un clima di serenità e convivialità.
 

Foto: Alex Luise

Foto: Alex Luise


 
Successo garantito, che ha visto concludersi la giornata con oltre 3400 € devoluti all’associazione di Walter Belli. Per chi volesse contribuire, a questo link tutti i riferimenti https://walter7.com/support-me-donation.
 

Foto: Alex Luise


 
Sicuramente non sarà l’ultima iniziativa di questo tipo, rimanete sintonizzati perché non è finita qui! Vi lasciamo ad alcune foto della giornata.