TEST casco LAZER REVOLUTION

Vi raccontiamo LAZER REVOLUTION, il casco versatile da fuoristrada dell’azienda Belga che si prepara a festeggiare il centenario di attività.

 

COME E’ FATTO:


LAZER REVOLUTION è un casco per l’utilizzo All-Mountain ed Enduro, disponibile in versione normale (in test) ed anche in versione Mips. Il processo produttivo è In Mold quindi con calotta interna ed esterna unite durante la stessa fusione. È dotato di 23 aperture per la ventilazione e visiera regolabile in 5 posizioni.
 
Lazer Revolution
 
La corretta calzata si ottiene con le regolazioni nella zona della nuca. In altezza con ben 9 “clic”, ed in larghezza con un sistema a vite (sistema ATS proprietà di Lazer). Le imbottiture interne sono applicate con del velcro e quindi sono rimovibili per la pulizia. Inoltre lasciano libere tutte le aperture della ventilazione.
 
Lazer Revolution

Lazer Revolution
 
I cinturini sono dotati di fibbia scorrevole per la regolazione del punto di unione degli stessi. La caratteristica che colpisce di più è comunque quella delle protezioni per le orecchie, che possono essere montate o meno a piacimento.
Inoltre scoprendo la sede di aggancio di questi “padiglioni”, si nota che ci sono 3 fori dotati di inserto metallico filettato. Sono i supporti dove avvitare la mentoniera (opzionale) per trasformare il casco in full face!
 
Lazer Revolution
 
Sulla parte superiore della calotta è presente il cosiddetto SMS (Safety Mounting System) che può essere regolato in due posizioni e permette il montaggio di action cam o faretti. Il peso indicato è di 360 g ma alla rilevazione la bilancia segna 440 g (senza montare le protezioni extra per le orecchie).
 
Lazer Revolution
 

IL TEST:


A prima vista il LAZER REVOLUTION presenta qualche accoppiamento frettoloso ma si nota anche la progettazione attenta e la corretta scelta dei materiali. Il design è piuttosto razionale ma ci sono dei tratti interessanti. Una sorta di alettone che si vede osservando il casco da dietro, e la forma a cuneo rovesciato sempre al posteriore, che dona un tocco di aggressività.
 
Lazer Revolution
Lazer Revolution

Al tatto si nota il peso superiore al dichiarato ma tutto sommato secondario di fronte ai contenuti tecnici. Le regolazioni sono intuitive e danno la possibilità di trovare il comfort adeguato in fretta. Una volta indossato infatti, i grammi in più non si notano. Abbiamo testato il LAZER REVOLUTION in varie condizioni atmosferiche e di utilizzo. La ventilazione è semplicemente ottima. Nessuna zona soffre per il troppo calore nemmeno nelle giornate più afose.
 
Lazer Revolution
 
La visiera regolabile non si trova mai ad ostacolare la vista nemmeno nelle discese più ripide. Con le protezioni per le orecchie montante segnaliamo solo qualche sibilo dato dall’aria che scorre a contatto col “nido d’ape” delle aperture.
 

Lazer Revolution
Lazer Revolution

Osservazione doverosa in merito alla mentoniera opzionale è che il collegamento viene fatto mediante viti tradizionali. Il montaggio quindi non è immediato come si è visto per altri marchi che canci ganci o simili. Qui serve un cacciavite, qualche minuto, e la concentrazione necessaria a non smarrire le viti. 😉
 

CONCLUSIONI:


Il LAZER REVOLUTION è un casco molto versatile grazie alla possibilità di estendere la protezione alle orecchie a seconda della destinazione d’uso. Materiali e progettazione sono notevoli anche se si nota qualche sbavatura nell’accoppiamento.
 
L’utente che lo sceglie dovrà chiudere un occhio sul prezzo, secondo noi leggermente alto, rimarrà comunque soddisfatto a livello tecnico-pratico durante le escursioni XC e All-Mountain, fino all’Enduro più spinto (c’è anche la possibilità della mentoniera). Ad onor del vero, in rete è piuttosto difficoltoso il reperimento del solo accessorio, se non presso un paio di e-commerce inglesi. Chi desiderasse sfruttare appieno la possibilità del full face, potrà optare per il modello Revolution FF (Full Face appunto) dove la mentoniera è già montata all’acquisto, ma si può comunque rimuovere.
 
I colori disponibili sono bianco con particolari rossi e celesti, due motivi camouflage con toni del grigio e l’altro con inserti verdi, total black (in test) oppure la combinazione celeste e grigio chiaro.
 
Cosa non ci è piaciuto:
Prezzo leggermente alto
Alcuni accoppiamenti “frettolosi”
Cosa ci è piaciuto:
Comodità e ventilazione
Protezioni alle orecchie removibili e predisposizione per la mentoniera
Ampiezza d’utilizzo del prodotto

Link del produttore www.lazersport.com
Prezzo di listino € 169.99
 
Testo: Paolo Forner
Foto: Matteo Pedrech

Matteo Pedrech